Effetto Lovemarks

Mistero. Sensualità. Intimità.

Il segreto di un inguaribile rubacuori? No, il segreto del Lovemarks.

I brands devono essere accattivanti e affidabili, meglio se amati. E come può il marketing far amare un brand? Lo spiega Kevin Roberts, CEO Worldwide Saatchi & Saatchi, nel suo libro the lovemarks effect, edito in Italia da Franco Angeli.

E’ la razionalità a guidare le persone nelle loro scelte, ma è la passione a portarle alla decisione finale e a spingerle all’azione. In un’era dove il consumatore è attivo e non più passivo si pretende da lui un avvicinamento attivo, e non un consenso remissivo. Ecco perchè le marche devono far leva sul sentimento.

Per creare un legame che vada oltre il semplice “uso e consumo”. Un legame che, se mosso da intime pulsioni, porti il consumatore ad un legame duraturo, che funzioni anche sulla lunga distanza. Che porti il consumatore a schierarsi dalla parte del brand, a proteggerlo, a farlo proprio.

E come?  Elaborando strategie comunicative che ruotino su i tre concetti base. Mistero, ciò che rimane irrisolto attrae. Sensualità, ciò che attiva i 5 sensi seduce. Intimità, ciò che tocca profondamente lega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.