Social Media Marketing – Nuovo sito per Skittles, interamente 2.0

La home si apre su Wikipedia, le pagine interne su Facebook, Twitter, Flickr e YouTube. Non esistono pagine auto referenziali. Skittles lascia che siano i social – network a parlare delle sue caramelle. Storia di un marchio che si affida e si fida del 2.0

Si discute molto di social media marketing per le imprese e dopo tanto parlare ecco un vero esempio di Enterprise 2.0: www.skittles.com.

Le Skittles sono caramelle colorate alla frutta, tipo le M&M ma senza cioccolato. Su ogni confettino, una S bianca. Negli USA sono molte famose e fanno parte del vivere quotidiano delle persone.

Così come nel wiki italiano si parla di Barilla, Buitoni e Nutella, nel wiki in lingua inglese, una pagina è dedicata a Coca Cola, un’altra a Pepsi, e un’altra ancora alle Skittles. Gli utenti devono esserle molto affezionati, perché hanno fornito un profilo ben dettagliato.
E’ vero che Wikipedia è un’enciclopedia libera, e non commerciale, ma è anche vero che ci sono marche, prodotti, che hanno segnato la nostra infanzia, e ben oltre. Ci sono brand che sono entrati nella memoria collettiva e viene naturale ricordarli e parlarne. Effetto Lovemarks.

Se digitate “skittles” su Flickr, oggi, escono 16.616 risultati. Sono foto di utenti che hanno pubblicato facendo riferimento alle Skittles. Nei messaggi di Twitter gli utenti parlano delle Skittles, su Facebook si può diventare amici delle Skittles e su YouTube le Skittles hanno un account con i video che le riguardano. Se presi tutti insieme, sembra che nel mondo non si parli d’altro.

Su queste considerazioni Skittles pubblica il nuovo sito, che sito non è! Ma, piuttosto, si presenta come un aggregatore di contenuti. Contenuti generati dall’utente, provenienti da diversi social network.

La home page si apre sulla pagina di Wikipedia dedicata alle Skittles. Non è un’immagine statica di sottofondo, è interattiva così come le altre.
A destra, quasi a coprire il logo “wiki”, c’è la bottoniera.
Il link “PRODUCTS” rimanda, nuovamente, al wiki. “MEDIA” a Flickr e a YouTube. Da “CHATTER” si approda su Twitter.  Da “FRIEND” al profilo su Facebook. L’unica pagina auto-prodotta è “CONTACT”.

Di statico c’è solo il pannello, che rimane fisso per tutta la navigazione e sempre a ridosso del logo del social network coinvolto. Di “costruito” c’è solo la pagina dei contatti. Il resto è tutta farina del sacco degli utenti.

Skittles: Taste the Rainbow! Very 2.0

# One thought on “Social Media Marketing – Nuovo sito per Skittles, interamente 2.0

  • 13 marzo, 2009 at 10:37 am
    Permalink

    Geniale! Anch’io nel mio lavoro mi occupo di web e mi piacerebbe proporre cose del genere ai miei clienti, ma sono ancora un pò restii. Magari con questi esempi davanti,riescono a capire anche loro che il 2.0 rappresenta una grande risorsa per la promozione dell’azienda e del brand aziendale.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.