Privacy 2018: pericolo sanzioni?

La nuova normativa europea sul trattamento dei dati personali, entrerà in vigore il 25 Maggio 2018, cosa rischi se non ti adegui? Cosa devi fare? Te lo spieghiamo in 6 punti.

Tempo di lettura: meno di 2 minuti.

GDPR-help

In questo articolo ti diamo una lettura facilitata, divisa per punti, su cosa devi assolutamente sapere sulla nuova normativa europea sul trattamento dei dati personali.

1 – È una normativa Europea OBBLIGATORIA

Tutta l’Europa deve adeguarsi, compresa l’Italia. Finora l’Europa si limitava a dare delle direttive, che ogni Paese avrebbe “tradotto” in legge. Era necessario seguirle ma non obbligatorio, vigeva un certo libero arbitrio. Bene, non è più così!
Dal 25 Maggio, tutti i paesi dovranno applicare la normativa: il GDPR. Per approfondire la normativa, leggi qui.

 

2 – Ci saranno delle sanzioni? Sì

Chi non rispetterà le nuove norme sul trattamento dei dati personali rischia delle sanzioni che possono arrivare ad ammontare a 20 milioni di euro.

 

3- Ma riguarda tutti, anche me?

, se con il tuo sito web, app, e-commerce, ecc. tratti i dati personali del tuo utente. Praticamente… tutti!

 

4 – Cosa si intende per dati personali?

Ti forniamo l’elenco:
• Nome e cognome;
• Numero di telefono;
• Residenza;
• Genere e nazionalità;
• Dati bancari;
• Numero carta d’identità;
• Informazioni mediche;
• Dati relativi ad interessi;
• Indirizzo email nella forma nome.cognome@azienda.it;
• Comportamento su un sito web;
• Dati relativi alla localizzazione geografica;
• Indirizzo IP;
• ID cookie.

 

5 – Cosa devo fare?

Rivolgerti alla tua web agency di fiducia, cioè noi, e chiedere chiarimenti.
A seconda la tua attività di digital marketing dovrai prendere delle precauzioni.

 

6 – Che genere di precauzioni?

Per esempio: nel tuo sito richiedi l’iscrizione alla newsletter? Occorre attivare la procedura del double-opt in, ovvero, del doppio step di conferma.
Nel tuo sito ci sono i cookie? La richiesta della loro accettazione dovrebbe essere chiara e semplificata.
In generale, la normativa richiede più trasparenza da parte di chi i usa i dati personali e più consapevolezza da parte di chi decide di rilasciare i propri dati personali.
Come dargli torto? Non fa una piega!
Ma come fare?

NO PANIC CONTATTACI info@norz.it

————

Per approfondire, leggi: Nuova privacy 2018: cosa c’è da sapere

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.