6 consigli per la tua sicurezza online

Presta sempre molta attenzione a come e dove navighi. Cerca di avere buon senso, proteggendo la tua navigazione proteggerai te stesso!

1. PASSWORD: saperla scegliere e saperla custodire

È indispensabile ideare password difficili da indovinare.

Scegli delle combinazioni di almeno 8 caratteri, composte da lettere maiuscole e minuscole, numeri e magari anche simboli. Meno senso ha la password e più sarà difficile che venga indovinata.
Crea una mnemotecnica per ricordarla, una logica con la quale “inventare” la password, ad esempio: sostituire alcune lettere con i numeri, usare nella password informazioni utili come anno di apertura dell’account, nomi personali di riferimento, ecc.

NON usare le stessa password per diversi account o servizi.

NON trascriverla su un foglietto in prossimità del tuo pc, non appuntarla su un quadernino e sull’agenda con indicato il sito web dove inserirla!
Es. ContOnline e password: @mionome
E se smarrissi quel foglio?

 

2. EMAIL: riconoscere le truffe

Ricorda: nessuno regala niente a nessuno!

Diffida sempre di email e messaggi di questo tipo:

  • email con mittenti sconosciuti che promettono vincite a concorsi ai quali non hai mai partecipato;
  • banner che promettono guadagni facili, spesso mostrano immagini inneggianti al lusso come auto costose e belle ragazze;
  • email con allegate fatture che ti chiedono di regolare al più presto;
  • richieste di contatto per effettuare rimborsi per servizi o prodotti mai acquistati.

Possono essere tentativi di strapparti click “a tradimento”, con l’obiettivo di trasmettere pericolosi malware – o avviare conversazioni che si rivelano pericolose truffe.

Se non riconosci il mittente di un’email avente l’oggetto massicciamente imperniato sul denaro, pensaci su parecchie volte prima di aprirla.

Che cos’è un malware? È l’abbreviazione di malicious software (software malintenzionato o codice maligno), un software che si installa a tua insaputa ed è in grado di intercettare e quindi rubare dati, proporre pubblicità indesiderata.

 

3. CONDIVISIONE SUI SOCIAL: scegli quali informazioni condividere e con chi

Al giorno d’oggi si tende a scrivere di tutto sui propri profili social, spesso però un argomento apparentemente innocuo può essere utilizzato da perfetti sconosciuti al fine di approcciarci e intavolare conversazioni che possono sfociare in autentici raggiri o pericolosi furti d’informazioni. Rifletti sempre su cosa stai condividendo su Facebook e con chi lo stai facendo.
Non intraprendere conversazioni con utenti che non conosci e sospetta di chi ti sta chiedendo (anche in modo non diretto) dati e informazioni personali.

 

4. WIFI APERTE: i possibili pericoli di una rete gratuita

Le reti WIFI gratuite sono sempre molto allettanti: connettersi ad una WIFI aperta vuol dire risparmiare traffico dati sul proprio dispositivo mobile. Purtroppo una WIFI aperta – cioè priva di password – offerta gratuitamente, senza che ci troviamo in un locale in cui se ne fa esplicitamente menzione, può essere una trappola.

In queste reti possono essere presenti dei dispositivi che “sniffano” il traffico dati mentre effettui la login a servizi online (webmail, conto online, ecc.) al fine di rubare le credenziali di accesso e permettere quindi a qualche malintenzionato di intraprendere con te conversazioni fraudolente.

 

5. PAGAMENTI ONLINE

Diffida dei siti che propongono di effettuare pagamenti digitando i dati della carta di credito attraverso pagine web non sicure, prive di connessione http. Prediligi sempre sistemi di pagamento certificati come sicuri, ad esempio PayPal, o circuiti bancari certificati, come ad esempio Banca Sella. In ogni caso verifica sempre l’indirizzo della pagina che stai aprendo, affinché corrisponda al dominio del gestore di pagamento che hai scelto in fase d’acquisto.

 

6. AGGIORNAMENTO SOFTWARE

Lo strumento principale per non incorrere nei pericoli del web è sempre il buon senso, ma avere un dispositivo aggiornato e protetto da un buon antivirus è indispensabile. Assicurati sempre di avere un antivirus funzionante e aggiornato. Generalmente qualunque antivirus è dotato di funzioni di autodiagnostica che ne accertano il buon funzionamento e lo stato di aggiornamento dei propri database.
——

Leggi anche:

. Quando navighi, usi le giuste precauzioni? FAI IL TEST

. Proteggi i tuoi dati, scegli il protocollo HTTPS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.